Il Grillo di Genova o il pifferaio di Hamelin

  di Andrea Montella Come potrete notare qui sotto, Beppe Grillo, uno dei massimi esponenti della rivoluzione conservatrice, levatrice di ogni antipolitica, ha una grandissima visibilità sui media del capitalismo nostrano. Da Anno Zero di Michele Santoro ai vari telegiornali Rai e Mediaset sino a giungere a Sky, La7 e ai maggiori quotidiani, tutti a pompare il nuovo fenomeno della … Continua a leggere

VIA GRADOLI – TUTTI CASA, COVI E TRANS

  di Rita Pennarola [ 03/09/2010] * Un intero pezzo di citta’ che diventa zona franca. E sul palcoscenico, a mascherare i veri business, un rutilante circo di transessuali. Questa e’ oggi via Gradoli, dove il Sisde dominava nei giorni del caso Moro, con Francesco Cossiga al Viminale e in vetta ai Servizi. All’indomani della sua scomparsa, siamo tornati nella … Continua a leggere

Dens dŏlens 5 – “Spia, spia non sei figlio di Maria!”

foto MOWA di MOWA Strana storia quella del nostro paese, è stato capace di insediare ai più alti livelli delle istituzioni uomini politici che, dopo anni si è scoperto, lavoravano per altri Stati. Emblematico il caso di Benito Mussolini. Sì, proprio lui! Il nazionalista, quello che ha imposto l’abolizione delle parole straniere, quello che, per soddisfare manie imperialiste, ci ha … Continua a leggere

Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale

elaborazione MOWA di Andrea Montella Il decennio 1973-1984, caratterizzato dal golpe in Cile e dall’assassinio di Allende, dal golpe in Argentina, dall’uccisione di Aldo Moro (1978) e dalla morte di Enrico Berlinguer (1984), ha rappresentato anni fondamentali per la storia italiana e internazionale, decisivi all’interno di un processo di ristrutturazione del sistema economico e politico a livello globale, che ha … Continua a leggere

Lettera a Paolo Ferrero

  Caro Ferrero dopo aver letto la tua intervista a Liberazione del 5 settembre 2010 mi permetto di dissentire su alcune tue affermazioni, che denotano una scarsa autonomia politica e che creano allarme e disaffezione verso il Partito. Affermi che il “berlusconismo come dire politico” è in crisi, mentre “il berlusconismo sociale (come quello ideologico), non è per nulla in … Continua a leggere

Il dumping sociale da privilegio di imprenditori e della Fiat a politica dello Stato.

  foto MOWA di Angelo Ruggeri   Il vero obbiettivo dell’idea di Tremonti non è “distrarre” ma è abolire la programmazione economica democratica sancita dall’art 41, La Cina è vicina o, meglio, l’Italia cerca di “avvicinarsi”. Qualche anno fa, erano le “tigri asiatiche”. Ora è la Cina il riferimento per riscrivere l’art.41 C. e i rapporti economici e di lavoro esplicitati dal “caso” … Continua a leggere