FALSE FLAG: DAI BLACK BLOC, ALL’ISIS, AI ROSSOBRUNI TECNICHE DELL’EVERSIONE CAPITALISTICA


Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer
per la ricostruzione del P.C.I.

Carissime compagne e compagni
leggendo il MOWA qui si comprende benissimo come i movimenti non siano in grado, da soli, di reggere lo scontro con i massocapitalisti, nemmeno quando nelle piazze sono a protestare in centinaia di migliaia. I movimenti sono sempre vittima delle provocazioni degli infiltrati, se non si dotano del Partito, lo strumento che le può evitare perché a conoscenza di come funzionano certi apparati statali controllati dal vero partito della borghesia: la massoneria.

Infatti tutte le formazioni politiche che hanno teorizzato partiti leggeri, clandestini o inconsistenti sia a livello teorico che organizzativo, ma soprattutto che hanno sottovalutato la questione della vigilanza, sono diventati nel giro di poco tempo il veicolo di teorie filocapitaliste e di prassi nichiliste.

C’è la necessità di una ripresa di buone teorie e pratiche, maturate dall’esperienza storica delle lotte del proletariato e che sono state elaborate e sintetizzate da Marx-Engel-Lenin-Gramsci con lo scopo di rafforzare il processo di costruzione del Partito della classe, come priorità per evitare ogni forma di decadimento ideologico e organizzativo, per non perdere mai di vista l’obiettivo di fondo delle nostre battaglie: la costruzione della società socialista-comunista, che passa dalla massima egemonia possibile messa a fondamento democratico per la presa del potere.

Saluti comunisti
Andrea Montella

FALSE FLAG: DAI BLACK BLOC, ALL’ISIS, AI ROSSOBRUNI TECNICHE DELL’EVERSIONE CAPITALISTICAultima modifica: 2017-04-20T18:25:41+00:00da iskra2010
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento