Il club dei banchieri centrali…

  la Repubblica 13 dicembre 2012 Il club dei banchieri centrali formati al Mit che sta inondando di liquidità il mondoLa cura da 11.000 miliardi studiata da Bernanke, Draghi, King, Stein e Fischerdi Federico Rampini      Massachusetts Institute of Technology Ben Bernanke presidente FED                     Mario Draghi presidente BCE                … Continua a leggere

La Nato e l’arancione De Magistris

    L’arte della guerra Vedi Napoli e poi muori  Manlio Dinucci Mentre a Napoli chiudono sempre più aziende, ce n’è una che va a gonfie vele tanto che ha aperto una nuova, lussuosa sede. È la Nato, il cui Comando interforze (Jfc Naples) si è trasferito il 13 dicembre da Bagnoli a Lago Patria. Il nuovo quartier generale ha una superficie coperta … Continua a leggere

Lo spread ha già vinto le elezioni

di Giorgio Cremaschi Il ruolo dello spread nelle prossime elezioni come in tutto ciò che resta della nostra democrazia è potentemente riemerso. Lo aveva già annunciato Giorgio Napolitano dichiarando di attendere i mercati. Gli hanno fatto eco i mass media e gli attori, da Fiorello a Littizzetto. Così lunedì mattina le banche e i fondi, soprattutto quelli italiani , hanno … Continua a leggere

Gli esodati chiedono i danni alla Fornero

I comitati faranno causa per mobbing sociale FLAVIA AMABILE   I comitati che difendono i diritti degli esodati hanno deciso di procedere. Per la precisione delle tante associazioni nate in questi mesi, sono il Comitato nazionale dei contributori volontari ed il Comitato dei Quindicenni ad aver conferito al professor Alleva di Bologna l’incarico di denunciare il ministero del Lavoro per danni … Continua a leggere

Quanti morti si possono accettare a Taranto per non danneggiare lo spread?

  di Giorgio Cremaschi   Il decreto del governo salva Riva ha ottenuto un consenso di unità nazionale, compresi Camusso e Landini. Vediamo prima di tutto il fatto. All’Ilva è in corso d’opera un grave reato contro la salute dei cittadini e dei lavoratori, la magistratura interviene per fermarlo e il governo interviene per fermare la magistratura. Questa la sostanza … Continua a leggere

SOSTENIAMO LA LOTTA DEI LAVORATORI DI TARANTO IN SCIOPERO PER LA SICUREZZA DENTRO E FUORI LA FABBRICA

Da oltre 10 giorni i lavoratori dell’ILVA di Taranto sono in sciopero per rivendicare sicurezza e salute dentro e fuori dall’ILVA.   Allo sciopero, determinato dalla morte di un lavoratore nel reparto MOF, aderiscono centinaia di lavoratori dell’acciaieria ed in particolare tutti i lavoratori del reparto movimentazione ferroviaria (MOF) che hanno deciso di lottare fino a quando non saranno ripristinate … Continua a leggere

Non voto alle primarie. Sono una gara di balestrieri

di Ascanio Celestini Non ce la faccio ad appassionarmi alle primarie, non ci riesco proprio. Non mi stanno nemmeno antipatici i candidati. Non sono uno di quelli che si lamentano per lo spreco di soldi. Forse ne hanno persino guadagnati o se ne hanno persi l’hanno fatto perché era indispensabile. Per fare pubblicità si deve spendere molto, ma se funziona … Continua a leggere

“Ilva, ancora due anni di impunità. Il decreto salva Riva del Governo”

di Sergio Bellavita * Con un atto di una gravità inaudita il Governo Monti pare apprestarsi, (…) prendendo a pretesto la serrata inscenata dalla proprietà truffaldina della famiglia Riva, a decretare per legge la cancellazione dei provvedimenti della magistratura messi in campo a salvaguardia della salute,della sicurezza ,dell’ambiente, dei lavoratori e della popolazione Tarantina. In nome dell’interesse supremo del profitto … Continua a leggere

I soldi dei gruppi parlamentari li gestiranno Grillo e Casaleggio

di Federico MelloLa richiesta è perentoria e non lascia spazio a tentennamenti: «Accetta il seguente testo per abilitare la tua candidatura». Questa schermata si sono visti recapitare online gli oltre 1600 potenziali candidati al Parlamento del Movimento Cinque Stelle. Per chi non avesse capito, viene ribadito con tono minaccioso: «Ti riporto questo testo ufficiale predisposto da uno studio legale che … Continua a leggere