Le bufale di Paolo Attivissimo sull’11 settembre

 

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer
per la ricostruzione del P.C.I.

 

 

 

Massimo Mazzucco ha dedicato il filmato qui sotto a sbugiardare le evidentissime bufale di Paolo Attivissimo sull’11 settembre 2001.

Vediamo di capire meglio chi sia questo attivissimo disinformatore, che nell’intervista qui riportata risponde così alla domanda:

Perché il lavoro che fa lei non lo facciamo noi giornalisti?

“Perché è faticoso e comporta spreco di tempo, quindi ha costi elevati che gli editori, con la stampa in crisi, non possono sopportare”.

Da comunisti pragmatici ci viene da chiederci chi ha così tanti soldi da permettersi di pagare il lavoro di Paolo Attivissimo. Dalla stessa intervista ricaviamo che:

“Attivissimo è nato nel 1963 a York, in Gran Bretagna, dove il padre Gaetano, pugliese […] aveva fatto l’interprete per gli Alleati a Taranto”

Gli interpreti delle Forze Armate alleate, come suo padre, nella seconda guerra mondiale che livelli di segretezza dovevano avere e praticare?

“Abbiamo vissuto sette anni in Lussemburgo e sette nel Regno Unito. Dal 2004 abitiamo in Svizzera”.

La famiglia Attivissimo, insomma, ha sempre vissuto in paesi che sono dei paradisi fiscali, tanto cari agli evasori al vertice del potere mondiale.

Per capire meglio chi sia questo Paolo Attivissimo è utile questo articolo di Affari italiani del 24 dicembre 2016, dove sono descritte alcune delle molte contorte attività di Attivissimo, che vanno dalla collaborazione con Le Scienze (considerato un giornale di “sinistra”) a quella con La Verità del destrissimo Maurizio Belpietro, fino “all’assunzione” nella task force di Laura Boldrini per smascherare le “fake news” in rete. Assunzione pagata con soldi pubblici italiani, ma tasse pagate in Svizzera:

Buona lettura e saluti comunisti

Andrea Montella

Le bufale di Paolo Attivissimo sull’11 settembreultima modifica: 2017-11-28T04:06:28+01:00da iskra2010
Reposta per primo quest’articolo