Massoneria al governo per distruggere la democrazia e costruire il partito unico

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer

per la ricostruzione del P.C.I.

di Andrea Montella

Carissime compagne e compagni

ecco cosa emerge dalle parole di Gioele Magaldi, gran maestro del “Grande Oriente Democratico”, nell’articolo sotto riportato, egli mette in luce chi si muove e sostiene la Lega e il Movimento 5 Stelle: la massoneria, il vero e unico partito chiesa del capitalismo.

Che farà una bella festa, aperta a tutti quelli che vorranno dar vita a un nuovo soggetto politico, in ricorrenza del 14 luglio, giorno della presa della Bastiglia durante la rivoluzione francese. Una rivoluzione massonico-repubblicana che tagliò la testa al re Luigi XVI, ma uccise il più onesto dei rivoluzionari Maximillien Robespierre l’incorruttibile, che intraprese una politica volta ad alleviare la miseria delle classi più umili a discapito dei massocapitalisti. Assassinato Robespierre i francesi finirono per trovarsi, grazie alle trame della massoneria, un imperatore: Napoleone Bonaparte, un re alla quarta potenza. Per i massoni tradire le cause democratiche e allargare il sistema della corruzione è parte integrante della loro negativa visione del mondo.

Il fascio simbolo della rivoluzione massonica francese e dell’attuale Repubblica di Francia

Come potete leggere l’articolo allegato è l’ennesima dimostrazione del controllo che hanno i massocapitalisti nel nostro paese: ci dicono esattamente cosa faranno dell’Italia e del resto del mondo, parlano addirittura di far nascere un nuovo partito “un partito che serve all’Italia”.

Io credo che costoro stiano facendo, in forma apparentemente democratica, quello che fece la massoneria, negli anni Venti, nel momento del passaggio del fascismo da movimento a partito politico e subito dopo a regime.

La massoneria ha fatto svolgere a Mussolini in Italia lo stesso ruolo svolto in Francia da Napoleone. Il ruolo del dittatore e del capo carismatico. Dittatori al servizio del grande capitale.

Il fascio massonico è il simbolo del Partito nazionale fascista

E la Lega e il M5S non sono per la Nato? E chi controlla la Nato? Gli Stati Uniti d’America del grande capitale.

Il paese al vertice dell’imperialismo, gli Usa, che anche sulle sue monete ci mostra quale classe sociale comanda, permetterebbe, senza una liberatoria Rivoluzione comunista, che in Italia ci siano al potere dei loro rivali? Solo degli stolti possono credere a simili narrazioni.

Il fascio simbolo massoneria Usa su moneta da 1 dollaro Usa del 1942

Tutto questo accade nonostante nella nostra Costituzione nell’articolo 18 siano vietate le associazioni segrete, di cui la massoneria è la principale espressione. Nonostante le conclusioni dei lavori della Commissione parlamentare Anselmi sulla loggia massonica P2 e più recentemente di quella presieduta da Rosy Bindi sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere, in cui è emerso il vero volto della massoneria, di essere il punto di raccordo tra criminalità e impresa capitalistica. Il Movimento 5 Stelle e la Lega continuano a fare riferimento al sistema delle imprese, ovvero al massocapitalismo.

Il ruolo di Magaldi è quello di tentare di dare un volto democratico alla massoneria. Ci faccia sapere dove sono le sue logge e in quali partiti, banche, imprese, religioni, università, giornali e tv sono collocati i suoi massoni.

L’unica cosa certa che possiamo dire dei massoni e che sono per una democrazia formale da loro eterodiretta e per questo sono i più coerenti anticomunisti, sono contrari alla democrazia sostanziale, quindi al Comunismo e alla democrazia formulata nella Costituzione nata dal sacrificio di comunisti come Gramsci, Togliatti, Longo e Berlinguer. Da tutto ciò deriva che i massoni non possono essere coerenti antifascisti. Il fascismo è stato una loro creatura, come i finanziamenti a Mussolini hanno abbondantemente dimostrato.

Saluti comunisti.

________________________________________

 

Massoneria, il Movimento Roosevelt promuove Salvini

Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt: “Salvini una risorsa per il cambiamento democratico”

Massoneria, il Movimento Roosevelt promuove Salvini

Gioele Magaldi, Presidente del Movimento Roosevelt, nel corso del consueto appuntamento settimanale con Massoneria on Air in onda sulle frequenze di Colors Radio, ha espresso parole di elogio nei confronti del ministro degli Interni Matteo Salvini, dopo gli ennesimi attacchi di razzismo ricevuti a seguito della vittoria delle ragazze italiane nella staffetta 4×400 ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona in Spagna: “Io ho difeso e continuerò a difendere Salvini che giudico essere uno dei politici più interessanti di questo nostro momento storico, uno dei fattori indispensabili e utili per il cambiamento da mettere in atto in Italia e in Europa. Continuerò a difenderlo da ogni accusa pretestuosa di razzismo, di xenofobia e di atteggiamenti fascistoidi”. Ogni volta che Salvini viene attaccato, preso di mira, fatto oggetto di campagne di odio e di disinformazione, basta andare oltre i titoli dei giornali, i lanci di agenzia, saper leggere tra le righe per comprendere a fondo le sue dichiarazioni e scoprire che ha detto cose il più delle volte condivisibili, ma comunque sensate, pacate e ragionevoli dal suo punto di vista. Ciò non toglie, però, che il Movimento Roosevelt sarà il primo censore non solo del ministro Salvini ma di tutto il governo targato Giuseppe Conte qualora quest’ultimo non rispettasse gli impegni presi con gli italiani e incappasse in qualche scivolone di natura illiberale o di dubbio valore democratico.

Poi Magaldi ha commentato le parole “al miele” rivolte da Salvini al Movimento 5 Stelle e ai suoi dirigenti: “Sono felice di questo reciproco rispetto e riconoscimento tra dirigenti leghisti e pentastellati. Voglio ricordare a tutti che sono stato tra i primi a dire, dopo le elezioni dello scorso 4 marzo, che era auspicabile proprio un’alleanza tra Lega e Movimento 5 Stelle perché l’elettorato italiano aveva premiato questi due soggetti politici: una Lega completamente rinnovata rispetto al passato proprio grazie a Salvini e ad altri giovani dirigenti e un Movimento 5 Stelle in corso sempre più di maturazione. Loro dovevano fare il governo e sono stato molto contento che questo governo alla fine sia nato”. Un governo che viene visto con paura e avversione non solo da forze politiche economiche italiane, ma anche da forze metapolitiche massoniche europee e internazionali (di segno reazionario), perché Conte e il suo esecutivo potrebbero avviare un cambiamento epocale non solo nei rapporti tra l’Italia e l’Europa ma proprio nella rivisitazione politica, economica, sociale di questa disunione europea. E proprio per questo è opportuno pensare anche ad altri soggetti politici, del tutto nuovi e propedeutici alla causa di questa Terza Repubblica: “È proprio con tale spirito – prosegue il Presidente del Movimento Roosevelt – che il prossimo 14 luglio a Roma, in una spumeggiante giornata rooseveltiana, ci sarà una Tavola rotonda dedicata al Partito che serve all’Italia, dove economisti, giuristi, personalità del mondo dello spettacolo, politici, politologi, sociologi, psicologi discuteranno della genesi di una terza forza politica, distinta in tutto e per tutto dal metapartitico Movimento Roosevelt, il quale per parte sua continuerà nella sua opera ecumenica, pedagogica e di impulso trasversale alla rigenerazione democratica della politica globale e locale”. Un nuovo soggetto politico-partitico che potrebbe essere utile per due cose: supportare e consolidare anche un futuro asse Lega-Movimento 5 Stelle; dare una nuova occasione di partecipazione politica a tutti quei cittadini che non si riconoscano più negli attuali partiti o schieramenti e siano alla ricerca di un nuovo veicolo associativo, mediante il quale esercitare la propria sovranità popolare e il proprio impegno personale. Perché proprio la data del 14 luglio? Perché è un giorno storico: è la data della presa della Bastiglia e dell’avvio della Rivoluzione francese, una delle grandi rivoluzioni che hanno dato origine alla contemporaneità; una contemporaneità che portava con sé prima l’utopia e poi la realtà della democrazia. Una democrazia da difendere ad ogni costo da tutti coloro che l’hanno calpestata, vilipesa e svuotata di sostanza e significato: “Il prossimo 14 luglio festeggeremo la festa della democrazia e l’inizio di una nuova Rivoluzione. Tutti quelli che vogliono costruire con noi questa Terza Repubblica in Italia e un nuovo scenario in Europa, sono invitati a partecipare”, ha concluso Magaldi, dando appuntamento a partire dalle ore 9:30 di sabato 14 luglio 2018, presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a, in zona Piazza Bologna a Roma.

6 luglio 2018

Massoneria al governo per distruggere la democrazia e costruire il partito unicoultima modifica: 2018-07-08T13:12:51+02:00da iskra2010
Reposta per primo quest’articolo