Il taser aumenta la violenza

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer

per la ricostruzione del P.C.I.

 

La sola presenza visibile del taser aumenta la violenza nelle operazioni di polizia. Lo afferma uno studio dell’Università di Cambridge pubblicato su Criminal Justice and Behavior

I ricercatori hanno condotto uno studio randomizzato durante un anno su 800 agenti della polizia londinese, per la metà disarmati e per l’altra metà dotati di taser, il dispositivo che colpisce con una potente scossa elettrica da poco a disposizione anche delle forze dell’ordine italiane. 

Negli interventi degli agenti dotati di taser l’uso della forza è risultato del 48% superiore a quello degli altri. Lo studio, guidato da Barak Ariel, ha concluso che “come nel caso di altri tipi di armi, la presenza di un taser porta ad un aumento dell’aggressività. L’indizio visivo di un taser nelle interazioni pubblico-polizia porta all’aggressione”. 

Ancora una volta i dispositivi adottati dal governo giallo verde in nome della sicurezza non fanno che aumentare l’insicurezza e lo scontro tra le classi subalterne.

Paola Baiocchi

Il taser aumenta la violenzaultima modifica: 2019-01-27T05:55:53+01:00da iskra2010
Reposta per primo quest’articolo