Massoneria atlantica padrona del governo è riuscita a far incattivire il blocco sociale reazionario del Nord da usare prossimamente come fece con il fascismo

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer

per la ricostruzione del P.C.I.

di Andrea Montella

Quello che succede in Italia a livello politico, quindi anche la nascita del nuovo governo Conte, va sempre analizzato tenendo ben in mente la collocazione geopolitica del nostro Paese, che è al centro del Mediterraneo dove si trova il fondamentale canale di navigazione di Suez. Controllare Suez in questa fase di scontro con il gigante economico cinese, per di più diretto da comunisti, è determinante per i ladri di ricchezze altrui, come i massocapitalisti.

Il Mediterraneo è da secoli il mare delle scorribande massocapitaliste angloamericane, francesi, a cui oggi si sono aggiunte quelle sioniste per il controllo del petrolio e del gas del Medio Oriente.

I massocapitalisti al vertice del potere mondiale non volendo mollare la presa su questa parte del mondo e grazie alla loro NATO e al loro reticolo di presenze in tutti i settori vitali dei Paesi d’Europa, organizzano trame antidemocratiche tese a modificare gli equilibri tra le classi sociali a vantaggio di quella al vertice delle banche d’affari e delle multinazionali.

Questo reticolo USA/NATO ha un peso decisivo nel settore della comunicazione radiotelevisiva, nei giornali e nei social, diventati centrali di guerra psicologica nei confronti delle masse popolari. E gli effetti dei danni provocati si vedono con l’aumento dell’ignoranza su cosa può o non può fare un governo rispetto al dettato costituzionale, sui diritti costituzionali di ogni cittadino, su come funziona l’economia nel sistema capitalistico, con l’aumento dei comportamenti violenti e razzisti delle nuove generazioni, in modo particolare nei confronti dei soggetti più deboli della popolazione, della perdita di significato delle parole e dall’individualismo e dal conseguente leaderismo dilagante. Occorre sempre ricordare che la parola inglese leader in tedesco si traduce führer.

Su tutto lo sfacelo prodotto dalla distruzione – grazie all’uso del terrorismo da parte degli agenti di Stato e politici al servizio di USA e NATO sul nostro territorio – della prima Repubblica democratica, sociale e antifascista nata dalla Resistenza, si pensa di porvi rimedio con formazioni politiche come la Lega, il Pd, il M5S, tra loro perfettamente intercambiabili e figli della politica eversiva USA/NATO che dal 1947, con la strage del 1° Maggio a Portella della Ginestra a quelle successive da Piazza Fontana, ai treni, alla Stazione di Bologna, sino alle stragi del 1992-93 hanno mandato chiari messaggi su chi realmente comanda in Italia: i massocapitalisti internazionali. I padroni delle banche d’affari e delle multinazionali.

Infatti nessuna formazione politica, quando va al governo del Paese, agisce fattivamente per arrivare alla verità sulle stragi e in particolare sul rapimento e l’uccisione del presidente della Democrazia cristiana, Aldo Moro e degli uomini della sua scorta. Non è un caso che “l’apertura dei cassetti” sulle stragi atlantiche non sia nel programma di questo governo che, anzi, sottolinea la sua fedeltà agli assassini dei nostri concittadini.

Così come non viene chiesta la socializzazione dei mezzi di informazione, in modo che i cittadini possano compiere scelte politiche essendo correttamente informati. Non è prevista la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, per risolvere la questione dell’occupazione. Non si fa nulla per imporre alle imprese la parità di retribuzione tra donne e uomini. Come non si chiede la socializzazione delle società energetiche e delle telecomunicazioni, delle Ferrovie, delle Poste e delle Banche; non c’è nel programma nemmeno l’obiettivo di dotare l’Italia e l’Europa di un proprio Google. Questo governo di borghesi che è in lotta soprattutto contro il proletariato e pronto a spremere quel che resta al ceto medio, non risolverà i problemi alla radice, ma li acuirà facendo imbestialire il blocco sociale reazionario del Nord – che la Lega aizza insieme a Fratelli d’Italia, CasaPound e Forza Nuova – da utilizzare come ha già fatto nel passato il fascismo.

Questo governo aprirà una stagione di leggi repressive per tutti, con la scusa di contrastare la reazione violenta del blocco parafascista; un giochino già visto…

L’unica vera alternativa a questo orizzonte è il ritorno alla legalità costituzionale del 1948, ripristinando la democrazia e la solidarietà di classe che abbiamo perduto a partire dall’introduzione del sistema elettorale maggioritario che ci ha tolto la possibilità di scegliere chi mandare in Parlamento. Una scelta che oggi è delegata alle segreterie di partito e ai media padronali.

E’ chiaro che la democrazia non cala dal cielo, ma va costruita con atti concreti e il primo atto, per chi si definisce comunista, è quello di dar vita al programma di costruzione del Partito Comunista Italiano, l’organizzazione che ha saputo infondere e dare significato – grazie al suo centralismo democratico – ai concetti di democrazia, socialismo e comunismo contenuti nella nostra Costituzione.

Massoneria atlantica padrona del governo è riuscita a far incattivire il blocco sociale reazionario del Nord da usare prossimamente come fece con il fascismoultima modifica: 2019-09-12T05:33:14+02:00da iskra2010
Reposta per primo quest’articolo