Nonostante le calunnie massocapitaliste la Cina comunista continua ad amare il prossimo

di Andrea Montella

La Cina comunista, nonostante le continue calunnie dei media e governi occidentali, ci mette in guardia da una polmonite più pericolosa del coronavirus proveniente dal Kazakistan.

Questa polmonite di origine sconosciuta, più mortale del coronavirus, ha ucciso in Kazakistan 1.772 persone, ma il numero di casi da metà giugno sta aumentando in tutta la nazione. Ad avvisare il mondo, ancora una volta, i comunisti dell’ambasciata cinese residenti in Kazakistan.
Il dipartimento della Sanità del Kazakistan e le autorità segnalano centinaia di nuovi casi al giorno.
I focolai sono concentrati nelle regioni di Atyrau, Aktobe e Shymkent.
Secondo l’ambasciata, la malattia è molto più mortale del Covid-19.

Come mai gli Usa con la loro global-Central Intelligence Agency e le varie Nation Security Agency, il Federal Bureau of Investigation, il Director of National Intelligence, l’Air Force Intelligence, l’Office of Naval Intelligence, il Coast Guard Intelligence, il Defense Intelligence Agency, l’Army Intelligence, il Department of Energy, il Department of Homeland Security, il Bureau of Intelligence and Research, l’Office for Intelligence and Analysis, il National Security Intelligence Office, il National Reconnaissance Office, il National Geospatial-Intelligence Agency, non ci dicono mai nulla in merito? A cosa servono “alleati” così inefficienti e costosi che non sanno nemmeno curare i propri cittadini?

Saluti comunisti

Nonostante le calunnie massocapitaliste la Cina comunista continua ad amare il prossimoultima modifica: 2020-07-13T06:02:12+02:00da iskra2010
Reposta per primo quest’articolo