Lorella Zanardo e “Senza chiedere il permesso” a Milano

Essere donne.jpg

Ieri sera abbiamo partecipato alla bella presentazione del nuovo libro di Lorella Zanardo “Senza chiedere il permesso”, che si è svolta presso la libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano e presieduta da Federico Taddia.
Durante l’incontro, sono state fatte riflessioni sul ruolo della televisione e dei mass media nella nostra cultura e di quanto, questi, intervengano prepotentemente nella creazione di stereotipi.

Sono soprattutto i ragazzi a venire investiti da questi “modelli” imperanti e che, ora, cominciano a sentirne il “peso”; infatti, cercano qualcosa di diverso, che dia loro la possibilità di essere se stessi prima di tutto.

Lorella Zanardo e Federico Taddia alla presentazione di %22Senza chiedere il permesso%22.jpg

Il libro di Lorella Zanardo parla dell’importanza di cominciare ad educare alla visione e alla lettura dei messaggi dei mass media fin da piccoli e di come basterebbe mostrare ai giovani d’oggi la chiave di lettura critica a ciò che viene proposto dalla televisione, per cominciare a cambiare anche quest’ultima.
Poter utilizzare il mezzo di comunicazione più diffuso è un diritto e la soluzione non può e non deve essere voltarsi dall’altra parte, spegnendolo e lasciandoci, in “balìa” di programmi scadenti.
Citando Tony Judt in “Guasto il mondo”, Lorella Zanardo spiega come si sia persa la capacità di immaginare e di parlare dei sogni: l’unica soluzione è, dunque, dar credito ai ragazzifidarsi di loro e della loro immaginazione ancora attiva, investendo nella scuola e in progetti per sviluppare un pensiero che dia la possibilità di coltivare questa loro capacità.

Posted by  on ott 13, 2012

Lorella Zanardo e “Senza chiedere il permesso” a Milanoultima modifica: 2012-10-15T10:19:00+00:00da iskra2010
Reposta per primo quest’articolo