Quale finanziamento per quali partiti e quale democrazia – 4^ parte

   foto MOWA di Angelo Ruggeri 7) Valorizzare l’intervento dei gruppi sociali emarginati con un “tipo” di finanziamento coerente con la sovranità popolare Nel contesto di tale confusione della concezione democratica della cultura politica, ASSUME PIU’ RILIEVO l’esigenza di valorizzare il diritto di intervento (e di intervenire) nella lotta sociale e politica soprattutto dei gruppi sociali emarginati e titolari dei bisogni … Continua a leggere

GUERRA TOTALE CONTRO INGROIA

  Ingroia e il “fuoco amico 20 luglio 2012  Antonio Ingroia di Gian Carlo Caselli Il nostro Paese è teatro di una guerra vera e propria. Non contro la crisi economica. O contro la disoccupazione. O contro l’evasione fiscale. O contro la corruzione. La vera guerra che si combatte è contro la Procura di Palermo. Un guerra totale, condotta con tattiche … Continua a leggere

Il Presidente e la Costituzione

di Giorgio Cremaschi Secondo il palazzo politico e mediatico, il Presidente della Repubblica nel suo ricorso alla Corte Costituzionale contro i giudici di Palermo avrebbe agito per difendere la Costituzione Repubblicana.Facciamo un breve riassunto. Dal novembre dell’anno scorso abbiamo un governo di emanazione presidenziale, che fonda il suo programma su una lettera che due banchieri, Draghi e Trichet, inviarono al … Continua a leggere

Quale finanziamento per quali partiti e quale democrazia – 3^ parte

   foto MOWA di Angelo Ruggeri 5) Avvicinare e integrare sfera politica e sfera sociale, anche con altro”tipo” di finanziamento, “rompendo” quello vigente Se si vuole affrontare il tema del finanziamento e della democratizzazione dei partiti, per affrontare il loro distacco dalla società con criteri opposti a quelli che, viceversa, hanno determinato la crisi della loro attuale “forma” e della politica, … Continua a leggere

Bersani e Vendola aggiornate il calendario.

di Giorgio Cremaschi Nel disinteresse generale il parlamento ha approvato il fiscal compact. E questo disinteresse, costruito dalla disinformazione di regime, è l’ultimo segnale del disfacimento della nostra democrazia. In tutta Europa di Europa si discute e sull’ Europa ci si divide. In Irlanda si è fatto un referendum. Da noi una camera quasi vuota e con l’assenza dei principali … Continua a leggere

Per Napolitano il problema è Palermo

L’unica cosa che non condivido dell’articolo della Borsellino è che definisce Napolitano vecchio comunista. Sono i fatti a definire se uno è comunista o un liberale. Dalle scelte di Napolitano si capisce che  è un liberale, infatti detesta la nostra Costituzione in quanto sociale e anticapitalista. Continua a ripetere che va cambiata. Lui è stato il sotterraneo e veemente nemico, … Continua a leggere

Quale finanziamento per quali partiti e quale democrazia – 2^ parte

 foto MOWA di Angelo Ruggeri 3) I Consigli cancellati dal ”capo” eletto col “doppio turno” e servizi e i falsamente detti “beni comuni” totalmente dipendenti dal potere centrale Donde che nel passaggio dalla fine degli anni ’80 ad oggi, si è effettivamente verificata e comprovata la fondatezza di quella posizione della componete “minoritaria” e che l’abbandono di tale posizione e delle … Continua a leggere

Quale finanziamento per quali partiti e quale democrazia – 1^ parte

   foto MOWA di Angelo Ruggeri Centro “Il Lavoratore” – Attualità estrema Dal “ventennio” fascista ad oggi, la storia italiana sembra procedere per “ventenni” che per molti aspetti sono assimilabili tra loro. Quale finanziamento pubblico per quali partiti e per quale democrazia   Rimediare alla corruzione morale e ideale prima ancora che finanziaria, “rompendo” col finanziamento pubblico centralizzato strumento sia protettivo … Continua a leggere

L’azienda Morellato rifiuta una commessa militare. Quando una scelta etica è più forte della crisi

di Chiara Martina La ditta pisana ha detto no a una commessa da 30mila euro della Wass, azienda del gruppo Finmeccanica che contribuisce allo sviluppo di tecnologia militare. Nonostante i dipendenti in cassa integrazione a rotazione e una crisi del settore che quasi inevitabilmente porterà a una riduzione del personale, i lavoratori e la proprietà hanno condiviso la scelta: “Non ce … Continua a leggere

Dal pre fascismo al “fascismo” (!?) se sapete che è una forma di potere, tra chi acconsente e voi che tacete.

   foto MOWA Da Angelo Ruggeri Da una fase di pre-fascismo ad una fase di “fascismo”? Se si sa che cosa è stato ed è il fascismo. E voi non state forse contribuendo con “l’obbedir tacendo”? Se non vi occupate del fatto più politico che possa esserci e che è la Costituzione, che cosa fate politica o sindacato o giornalismo a … Continua a leggere