Riflessioni per un programma politico-economico dei comunisti nel XXI secolo – CRISI ECONOMICA E TRASFORMAZIONE SOCIALE

foto MOWA di G. Bruno  (24/01/2012) Il processo di transizione dal capitalismo al socialismo nella prospettiva di una società comunista Scenari di attualità politica La crisi attuale sta scuotendo alle radici il sistema democratico borghese (oltre a quello economico) e le relazioni sociali tra le classi scaturito nell’Occidente capitalistico nella seconda metà del Novecento: il compromesso socialdemocratico che ha vissuto nelle … Continua a leggere

La canzone di Sergio-due anni quasi dopo Pirola

 foto MOWA di Angelo Ruggeri “Si dice “meglio tardi che mai”, mentre la formula esatta era: “meglio mai che tardi“. E’ comico vedere Ciampi che vuole unire l’Italia al bel canto di Fratelli d’Italia…quando i problemi non sembrano problemi di… accordi musicali.. Comunque resta vero che le coscienze spaccano le pietre perché i falsi d’autori sono oro del Giappone che … Continua a leggere

Lettera su proporzionale puro e iniziative

  foto MOWA di Angelo Ruggeri Diversamente da quanto è stato continuamente detto dai fautori dell’”ammodernamento” della Costituzione e del sistema politico ed elettorale della Costituzione, presentato come un’esigenza tecnica di adeguare alcune norme ai nuovi tempi, le costituzioni e i sistemi elettorali non sono un fatto meramente tecnico, rispecchiano i rapporti tra le classi, possono avere un segno progressivo … Continua a leggere

PRC Valdera : I beni comuni fanno strada anche in Valdera

  Rifondazione Comunista impegnata a sollecitare le amministrazioni: “Aderite al Forum per i Beni Comuni“ I  beni comuni fanno strada, anche in Valdera.  In alcune delle giunte dei comuni della Valdera, infatti, Rifondazione Comunista è stata impegnata in questi giorni a sollecitare le amministrazioni a partecipare al Forum dei Comuni per i Beni Comuni, la rete nata dalla proposta del primo … Continua a leggere

Quarta doppia Istruzione occupazione il produttore consumato – La cultura nelle periferie dell’imperialismo

Il produttore consumato. Saggio sul malessere dei lavoratori contemporanei di Francesca Coin – Il Poligrafo, 2006 La politica italiana taglia l’istruzione, adeguando la scuola pubblica alle richieste industriali di una formazione a “scarso valore aggiunto”   di Paola Baiocchi Negli anni ’10 del Novecento, l’ingegner Frederick Winslow Taylor, il padre “dell’organizzazione scientifica del lavoro”, sosteneva che il lavoratore ideale doveva somigliare … Continua a leggere

Manca la sinistra di classe nei campi – IO AGRICOLTORE MOLISANO, VI DICO CHE MANCA LA SINISTRA DI CLASSE NEI CAMPI

Intervista a Pardo di Paolo, agricoltore molisano a cui il mese scorso le banche hanno messo all’asta l’azienda. 1) Qual è la situazione della produzione agricola attualmente in Molise?Le aziende sono ormai tutte in crisi. Non solo quelle piccole e medie, ma anche le grandi. Il meccanismo che progressivamente le ha portate nella condizione in cui versano è dato dal mercato, … Continua a leggere

Diliberto e Brotini comunisti o fratelli di loggia?

Ma Diliberto senza i massoni non ci sa stare? Dal massone Elia Valori al massone Maurizio Brotini?Come dissero i compagni bolscevichi con Lenin in testa ai compagni francesi, non si può essere massoni e comunisti.Dal mio saggio  La massoneria il vero e unico partito della borghesia:Con altrettanta determinazione i bolscevichi lottarono e imposero ad una sessione del IV Congresso dell’Internazionale … Continua a leggere

Dal libro di D’Albergo-Catone – Lotte di classe e Costituzione

  foto MOWA di Angelo Ruggeri …(…) La costituzione italiana rappresenta un’anomalia che occorre eliminare, per collocare l’Italia nella piena “normalità” della nuova fase capitalistica mondiale. Quest’ultima richiede, come si è detto, il superamento di ogni barriera di protezione nazionale[1], l’abolizione del capitalismo di stato nazionale – che si basa su una più o meno estesa area di economia sotto … Continua a leggere

Paghi chi non ha mai pagato – Speciale Pensioni

La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185 nel 2012; 21,310 nel 2013; 21,423 nel 2014). La manovra del governo Monti si aggiunge a quelle del governo Berlusconi. Il totale delle tre manovre approvate nel 2011 varrà quasi 50 … Continua a leggere